Recensione di "Bibock"

Bibock

La rossa “non rossa”, gustosa, originale, ribelle. Bibock è il nostro omaggio sui generis alle creazioni più vigorose della scuola germanica: le Bock, nome che deriva dalla deformazione di Einbeck, la città dove è nato questo stile di birra, ma anche “caprone” in lingua tedesca. Bibock è eleganza, prepotenza, un’entrata a gamba tesa di sorprendente gentilezza, in bilico tra amaro e miele, accattivante e difficile da addomesticare.  Birra artigianale di colore ambrato aranciato, prodotta per infusione di malti d'orzo tipo Pilsener, Munchen e speciali, Bibock viene fermentata con un lievito di bassa fermentazione particolare e capriccioso, in grado però di regalare eleganti note di frutta fresca.  Luppoli tedeschi da amaro e dosi massicce di Styrian Golding conferiscono un tocco nobile all’aroma, completato da un leggero dry hopping con miscela anglo-tedesca.  In bocca, le generose note di luppolo incontrano il malto ai sentori di nocciola, caramello e miele di castagno. L’inizio è dolce e fruttato, il corpo medio percepibile, le note finali più secche e amare.  Abbinamenti suggeriti Ambiente ideale: Una cena o dopocena a casa, con amici. Bibock è festaiola e crea atmosfera, la buona compagnia completa l'opera. Cibi: Da accompagnare a piatti rustici e robusti, zuppe di legumi, carni rosse in umido o arrosto, sostanziose portate tex-mex o orientali e formaggi d’alpeggio. Principali riconoscimenti 2006 - Birra dell'anno - 3° classificato Birre a bassa fermentazione >14°P 2007 - Birra dell'anno - 3° classificato Birre a bassa fermentazione >14°P 2009 - European Beer Star - 3° classificato German style pale and amber bock

Recensione

(precedente valutazione 0/5) 
Per Fabiola L. il 18 Apr. 2020 :