Recensione di "Amber Shock"

Amber Shock

Così si fa festa. Birra conviviale dall’imponente capacità inebriante, Amber Shock è un gioco in bilico tra i più accesi piaceri della seduzione e la roulette russa. È facile infatti, se si indugia nella dolcezza ipnotica della sua compagnia, perdere la cognizione del tempo e dello spazio, dimenticare di una casa che aspetta sempre più lontana e l’indomani svegliarsi – non senza un po’ di sensi di colpa – in posti o condizioni impensabili… In riva a spiagge esotiche con una tavola da surf sotto il braccio, in letti sconosciuti e improvvisati o città che mai avremmo pensato di vedere. Con quelle come lei bisognerebbe stare attenti… Ma in fin dei conti, ammettiamolo, è anche il fatto che possa far di noi ciò che vuole ad affascinarci! Birra di colore ambrato carico con schiuma brunastra, compatta e persistente. Perlage leggero o medio, medio livello di saturazione carbonica. Al naso, presenta note marcate di malto contornate da una decisa corona agrumata e fresca. In bocca il sorso pieno e corposo, zuccherino, incontra un bouquet riccamente fruttato con suggestioni di mela, frutti di bosco, banana matura ma soprattutto arancia rossa (scorza e polpa). Il complesso “corredo” della Amber si chiude con retroaromi leggermente tostati e un finale di burro appena percettibile. Caratteri marcanti il tipo: gusto pastoso; aroma e profumo di malto caramello e di agrumi. Abbinamenti suggeriti Ottima in abbinamento a piatti di lunga cottura dal gusto deciso, soprattutto umidi e stufati di selvaggina, spezzatini, stracotti, carbonnade flamande. Rende molto in abbinamento a formaggi erborinati, anche utilizzati come ingrediente in cucina - per esempio di un risotto al gorgonzola - o con dolci a base di frutta.

Recensione

(precedente valutazione 0/5) 
Per Enrico P. il 30 Marzo 2020 :