Het Anker

Brouwerij Het Anker

Il birrificio Het Anker di Mechelen (Malines) si fregia di essere uno dei più antichi del Belgio grazie ad una serie di documenti ufficiali che già nel 1369 facevano riferimento alla sua attività brassicola.

All'inizio del Quattrocento il beghinaggio di Mechelen aveva un ospedale molto importante, dove ora sorge il birrificio. Carlo I di Borgogna, detto Il Temerario, esentò le beghine dal pagamento di accise e imposte sulla birra prodotta per l'ospedale e ciò consentì al birrificio di prosperare fino al 1873 quando le beghine cedettero l'attività alla famiglia Van Breedam che lo ha trasformato in uno dei primi birrifici a vapore moderni.

La qualità della produzione è nettamente migliorata nel 1990 quando Charles Leclef, della quinta generazione della famiglia Van Breedam, ha rinnovato gli impianti eliminando la grande vasca di raffreddamento che trovava spazio sotto il tetto del birrificio: pur essendo spettacolare e scenografica, non garantiva una costanza di rendimento.

Dal 1990 Het Anker ha aperto anche un albergo a tre stelle all'interno del suo birrificio e dal 2010 la fattoria di famiglia ospita una distilleria di whiskey. Il birrificio esporta in oltre 30 paesi e ha ricevuto numerosi riconoscimenti per i suoi prodotti tra cui spicca la linea Gouden Carolus così chiamata in onore di Carlo V (l'imperatore del Sacro Romano Impero trascorse buona parte della sua infanzia proprio a Mechelen).

Visualizzati 1-9 su 9 articoli