Anchor

Anchor Brewing Company

Le origini del birrificio Anchor risalgono al 1849 quando il birraio tedesco Gottlieb Breckle si trasferì a San Francisco in cerca di fortuna nel periodo della Corsa all'oro.Nel 1871 Breckle rilevò un pub trasformandolo nel birrificio che 25 anni più tardi cambierà denominazione in Anchor Brewing Company.

Negli anni 20 il proibizionismo mise in ginocchio il birrificio e solamente nel 1933, al termine di questo periodo buio, il nuovo proprietario Joe Kraus riuscì a riprendere la produzione fino a che un incendio distrusse l'immobile. Kraus, insieme al suo nuovo socio Allen, ricostruì il birrificio e lo condusse fino al 1952 quando morì. Allen proseguì l'attività tra alti e bassi fino al 1959 quando decise di chiudere. Nel 1960 Lawrence Steese riaprì i battenti del birrificio e lo gestì per 5 anni fino al 1965 quando la situazione economica degenerò e il birrificio si trovò prossimo alla bancarotta.

Il caso volle che Fritz Maytag, un giovane neolaureato a Stanford innamorato delle birre Anchor, seppe che il suo birrificio preferito stava per cessare l'attività e per poche migliaia di dollari ne acquistò la maggioranza evitandone il fallimento.

Maytag decise di reintrodurre processi di birrificazione storici di origine europea e di riportare alla luce una tecnica utilizzata anni prima in California: far lavorare i lieviti di bassa fermentazione a temperature più elevate, tipiche delle alte fermentazioni. Le condizioni climatiche di San Francisco e l'impossibilità di avere accesso a tecniche avanzate suggerirono, infatti, ai birrai dell'epoca una soluzione per produrre una birra che potesse competere con le sempre più diffuse lager di tradizione tedesca: il mosto veniva fatto raffreddare in enormi vasche aperte poste sui tetti dei birrifici e il lievito era inoculato ad una temperatura di circa 16/18 °C. Visto il grande vapore che si liberava riempiendo le vasche di raffreddamento, Anchor decise di registrare il nome di questo prodotto come Steam Beer.

Nasce così un nuovo stile denominato California Common Lager: si tratta di una lager non filtrata né pastorizzata dal profilo aromatico più intenso e complesso. L'acquisto di Maytag si rivelò ben presto azzeccato e la Anchor Brewing Company entrò velocemente in un florido periodo di prosperità che prosegue tuttora nonostante la sua uscita dalla società nel 2010.

La Anchor Brewing Company vanta anche il primato di essere il primo birrificio al mondo ad aver inserito al suo interno anche un impianto di distillazione per la produzione di whiskey e gin. E' innegabile che la nascita del movimento craft negli USA sia stata possibile grazie alla tenacia e al successo di un ridotto numero di pionieri tra cui Maytag e la sua Anchor.

Visualizzati 1-2 su 2 articoli