De la Senne

Brasserie de la Senne

La storia del birrificio De La Senne inizia nel 2003 quando i due soci Yvan De Baets e Bernard Leboucq aprono il Sint Pieters Brouwerij, un birrificio che prendeva il nome dal paesino di Sint Pieters Leeuw a circa 40 km a est di Bruxelles.

Dopo due anni di attività si rese necessario ampliare l'attività e i due presero la decisione di aprire un nuovo birrificio nella loro città, Bruxelles, dando allo stesso il nome del fiume che la attraversa (la Senne). All'epoca in città operava un solo birrificio sopravvissuto tra gli oltre 100 che in precedenza avevano sede in città: il birrificio Cantillon. Il trasferimento tuttavia risultò più complicato del previsto tanto che ci vollero quasi cinque anni perché la produzione di Bruxelles potesse entrare a regime. E nel frattempo? La Brasserie de la Senne produsse utilizzando impianti di altri birrifici, tra cui il birrificio De Ranke.

Il 22 dicembre 2010 è una data segnata in rosso sul calendario di De la Senne: viene brassata la prima cotta a Bruxelles. Questa ricorrenza è festeggiata tutti gli anni producendo in questa data la Brussels Calling, una birra creata ad hoc e non prodotta nel resto dell'anno.

Yvan e Bernard producono birre secondo la tradizione: non filtrate, non pastorizzate, esenti da qualsiasi tipo di additivo e utilizzando esclusivamente materie prime nobili e di alta qualità, birre dal sapore complesso e dalla personalità ben marcata. La Brasserie de la Senne è un birrificio locale: Bruxelles è il primo mercato, poi viene il Belgio. L’esportazione è limitata, nonostante il successo riscontrato all’estero. Sono comunque presenti in una dozzina di paesi, tra i quali gli Stati Uniti, l’Italia e il Giappone.

Visualizzati 1-3 su 3 articoli