Westmalle

Brouwerij der Trappisten van Westmalle

L'abbazia di Westmalle sorge a Malle, nel nord del Belgio poco distante da Anversa e dal confine con i Paesi Bassi.

Nel 1794 alcuni monaci provenienti dal monastero francese di Notre Dame de la Grand Trappe si stabiliscono presso una fattoria che un ricco e generoso signore del luogo mette a loro disposizione. Con lo scoppio della rivoluzione francese e l'invasione del Belgio da parte delle forze francesi, i monaci sono costretti ad abbandonare questi luoghi e vi fanno ritorno solo nel 1802 sviluppando il monastero che nel 1836 viene elevato al rango di abbazia da Papa Gregorio XVI. Nello stesso anno viene anche avviata la produzione di birra sotto la guida dell'abate Martins.

I primi monaci ad occuparsi della produzione furono Padre Bonaventura Hermans che, essendo un farmacista, era grande conoscitore di erbe e piante, e Padre Albericus Kemp, che aveva già lavorato in una fabbrica di birra prima di scegliere la vita monacale. Come solitamente accadeva, nel monastero si iniziò a produrre birra per il consumo quotidiano dei monaci e solo nel 1861 si cominciò a commercializzarla all'esterno. Le guerre interruppero la produzione che però riprese fortemente dal 1921. Nel 1932 viene depositato il marchio e nel 1934 vengono rimessi a nuovo gli impianti.

La crescita del birrificio è molto rapida e oggi vengono prodotti circa 140.000 ettolitri/anno.

Visualizzati 1-3 su 3 articoli