Cerca

Filtra per

Prezzo
3 6
Manufacturers

Ultime recensioni

(5/5) 

Quando fa caldo serve una birra dissetante, e le Saison sono nate per...

Da luca P. il 13 Ott. 2020

(5/5) 

Io non seguo assiduamente il calcio, ma Bruno Pizzul è e rimarrà sempre la...

Da luca P. il 09 Ott. 2020

(5/5) 

Una birra che si ispira al movimento Futurista non può che incuriosirmi....

Da luca P. il 01 Ott. 2020

(5/5) 

Questo birrificio lo conoscevo per le sue mitiche Lambic, voglio vedere se...

Da luca P. il 25 Sett. 2020

(5/5) 

Nel basket fare una tripla doppia equivale ad una prestazione di tutto...

Da luca P. il 15 Sett. 2020

(5/5) 

Sono stato a Colonia, città stupenda e con una birra famosa in tutto il...

Da luca P. il 09 Sett. 2020

(5/5) 

In Norvegia sbarcano i pregiati luppoli americani. Ulriken Birrificio:...

Da luca P. il 05 Sett. 2020

(5/5) 

Si sente tutto lo Stile italiano in questa birra "di confine". Limes...

Da luca P. il 30 Ago. 2020

(5/5) 

In questo stile apparentemente facile ma in realtà insidioso, l'ingrediente...

Da luca P. il 26 Ago. 2020

(5/5) 

Birra prodotta con uve Marzemino e acidificata naturalmente. Marzarimen...

Da luca P. il 22 Ago. 2020

(5/5) 

Mi ha incuriosito parecchio il look "naked" di questa lattina. Si dice che la...

Da luca P. il 16 Ago. 2020

(5/5) 

L'impronta di Marco Valeriani (due volte birraio dell'anno) si sente sempre...

Da luca P. il 13 Ago. 2020

(5/5) 

Ho bevuto questa birra al Saloon degli Artisti in Via Niccolini a Milano, il...

Da Gianpaolo G. il 01 Ago. 2020

(5/5) 

Da luca P. il 28 Lug. 2020

(5/5) 

Questa è la prima birra nata dalla collaborazione tra due Birrifici trappisti...

Da luca P. il 21 Lug. 2020

L'Irlanda ha una lunga tradizione nel campo della produzione di birra ma, come nella maggior parte dei paesi, anche qui si è verificato un drastico calo del numero dei birrifici attivi. Degli oltre 200 birrifici attivi agli inizi del XIX secolo, nel 2007 ne rimanevano solo una dozzina. Negli ultimi anni la craft revolution ha fortunatamente portato un'ondata di entusiasmo con conseguente avvio di piccole realtà artigianali di tutto rispetto.

L'assenza di luppoli autoctoni ha fortemente segnato le tipologie di birra irlandese: tipicamente si tratta di birre di alta fermentazione poco luppolate e ancor oggi, dato molto interessante, circa un terzo del mercato locale è dominato dalle stout.

Tra gli stili principali possiamo citare le Irish Red Ale, stile piuttosto recente abbastanza vicino per caratteristiche alle English Bitter nonostante una minor luppolatura e una presenza più marcata di malti torrefatti per donare colore. Sono birre ambrate, di corpo medio, con una buona secchezza, poco luppolate e contraddistinte da sentori maltati e di cereale. Lo stile che però probabilmente più identifica le produzioni dell'isola è quello delle Irish Stout. Queste birre dal color bruno intenso, quasi sempre nero, nacquero verso gli inizi dell'800 per sottrarre quote di mercato alle porter inglesi dalle quali si differenziarono per un maggiore utilizzo di malti torrefatti. Si tratta di birre dal corpo medio, caratterizzate da sentori di malto torrefatto con decise note di caffè e tracce di cioccolato. L'esempio principe è ovviamente dato da Guinness.

Irlanda

Visualizzati 1-5 su 5 articoli

Filtri attivi