Cerca

Filtra per

Prezzo
9 25
Manufacturers

Ultime recensioni

(5/5) 

Le birre a fermentazione spontanea mi affascinano perché danno l'idea che la...

Da luca P. il 08 Marzo 2020

(5/5) 

"I know a girl, a girl called Party, Party Girl"! Bay Ale Birrificio: Galway...

Da luca P. il 04 Marzo 2020

(5/5) 

Il nome di questa birra in estone significa "Oro Nero". Sarà in grado di...

Da luca P. il 22 Feb. 2020

(5/5) 

Le collaborazioni spesso sono solo votate al marketing, vediamo se in questo...

Da luca P. il 08 Feb. 2020

(5/5) 

Non sono grande amante delle weizen ma questa mi è proprio piaciuta

Da Enzo G. il 07 Feb. 2020

(5/5) 

Ottima, fruttata, amara, dissetante. Gran birra

Da Enzo G. il 07 Feb. 2020

(5/5) 

Non sai cosa ti perdi... Un'icona

Da Marco R. il 06 Feb. 2020

(5/5) 

Tributo a Nelson Mandela, riuscitissimo

Da Marco R. il 06 Feb. 2020

(5/5) 

Lariano è sempre una garanzia

Da Marco R. il 06 Feb. 2020

(5/5) 

Le birre del magnifico Kris Herteleer si riconoscono per il papillon...

Da luca P. il 30 Gen. 2020

(5/5) 

Da luca P. il 24 Gen. 2020

(5/5) 

Non c'è partita, in quanto a weiss i tedeschi hanno pochi rivali....

Da luca P. il 17 Gen. 2020

(5/5) 

Con questo birrificio andiamo sul sicuro! Spéciale Noel Birrificio:...

Da luca P. il 09 Gen. 2020

(5/5) 

Questa birra ha una ricetta che nasce nel XVIII secolo ma risulta...

Da luca P. il 06 Gen. 2020

(5/5) 

Siamo di fronte ad un esperimento di alto livello. Inclusio Ultima...

Da luca P. il 29 Dic. 2019

Pur essendo un paese relativamente piccolo, la Svizzera sta dimostrando di essere fortemente interessata dal movimento craft che negli ultimi anni ha mosso passi da gigante. Il numero di birrifici artigianali è cresciuto moltissimo e ha superato ormai le 1.000 unità (conteggiando anche produzioni molto limitate, di poche centinaia di litri annui). Analizzare il mercato svizzero tuttavia porta ad una contraddizione: se da un lato è il paese col più alto rapporto tra n° di birrifici e abitanti, dall'altro è in controtendenza con la media europea e i consumi procapite sono in diminuzione. 

Il monastero di San Gallo pare aver ricoperto un ruolo determinante nellastoria della  produzione della birra: sembra infatti che proprio qui i monaci cominciarono a produrre birre diverse partendo dallo stesso mosto. Il primo mosto otenuto, ricco di zuccheri, era utilizzato per la cosiddetta prima melior la birra più forte e nutriente, destinata all'abate e alle occasioni speciali; da un primo risciaquo delle trebbie si otteneva la secunda birra meno alcolica, destinata al consumo quotidiano dei monaci che se bevevano qualche litro al giorno; in ultimo la tertia birra molto povera di zuccheri, e quindi dal tenore alcolico molto basso, era destinata ad essere offerta ai mendicanti.

Svizzera

Visualizzati 1-2 su 2 articoli

Filtri attivi