Cerca

Filtra per

Prezzo
4 12
Nazione
Vedi di più Chiudi
Birrificio
Vedi di più Chiudi
Tipo fermentazione
Vedi di più Chiudi
Stile
Vedi di più Chiudi
Gusto prevalente
Vedi di più Chiudi
Grado alcolico (Vol. Alc.)
7 .0% 14 .0%
Colore
Vedi di più Chiudi
Formato
Vedi di più Chiudi

Ultime recensioni

(5/5) 

Nel basket fare una tripla doppia equivale ad una prestazione di tutto...

Da luca P. il 15 Sett. 2020

(5/5) 

Sono stato a Colonia, città stupenda e con una birra famosa in tutto il...

Da luca P. il 09 Sett. 2020

(5/5) 

In Norvegia sbarcano i pregiati luppoli americani. Ulriken Birrificio:...

Da luca P. il 05 Sett. 2020

(5/5) 

Si sente tutto lo Stile italiano in questa birra "di confine". Limes...

Da luca P. il 30 Ago. 2020

(5/5) 

In questo stile apparentemente facile ma in realtà insidioso, l'ingrediente...

Da luca P. il 26 Ago. 2020

(5/5) 

Birra prodotta con uve Marzemino e acidificata naturalmente. Marzarimen...

Da luca P. il 22 Ago. 2020

(5/5) 

Mi ha incuriosito parecchio il look "naked" di questa lattina. Si dice che la...

Da luca P. il 16 Ago. 2020

(5/5) 

L'impronta di Marco Valeriani (due volte birraio dell'anno) si sente sempre...

Da luca P. il 13 Ago. 2020

(5/5) 

Ho bevuto questa birra al Saloon degli Artisti in Via Niccolini a Milano, il...

Da Gianpaolo G. il 01 Ago. 2020

(5/5) 

Da luca P. il 28 Lug. 2020

(5/5) 

Questa è la prima birra nata dalla collaborazione tra due Birrifici trappisti...

Da luca P. il 21 Lug. 2020

(5/5) 

Le Tripel erano le birre che i maestri birrai belgi contraddistinguevano con...

Da luca P. il 14 Lug. 2020

(5/5) 

Un contamusse è chi racconta bugie, vediamo se questa birra è solo...

Da luca P. il 11 Lug. 2020

(5/5) 

Questo birrificio è molto tradizionale, lontano dalle mode del momento....

Da luca P. il 07 Lug. 2020

(5/5) 

Proviamo la prima birra trappista inglese (riconoscimento ottenuto nel 2018)....

Da luca P. il 04 Lug. 2020

Anche l'Estonia, come molti altri paesi, non vanta una storia brassicola importante. Fino a pochi anni fa le uniche birre locali che si trovavano in questa repubblica baltica erano le industriali Saku e A Le Coq. Chi cercava prodotti di importazione poteva scegliere tra Carlsberg, Heineken e, se era fortunato (?), Stella Artois. Negli ultimi anni anche in Estonia è avanzato inesorabile il movimento craft con produttori ormai noti in tutto il mondo per la qualità del prodotto (es. Põhjala). Come è accaduto in Italia, l'assenza di una forte tradizione brassicola ha consentito una sperimentazione molto spinta permettendo la creazione di prodotti di tutto rispetto sebbene, a volte, distanti dai canoni altrove consolidati.

Estonia

Visualizzati 1-7 su 7 articoli

Filtri attivi